Castel Sant'Elia

Samp, Giampaolo,premiati da sorte divina

"C'è una sorte divina che ti premia. Ma abbiamo fatto un gran primo tempo e sarebbe stato un peccato perdere questa gara. Il pareggio era il risultato più giusto contro una delle squadre più forti". Il tecnico della Samp Marco Giampaolo ammette di non aver visto il gol al 98' di Saponata perché "ero rientrato prima per vedere le immagini della punizione che ha portato al rigore della Lazio: quel fallo era carica su Andersen e invece hanno dato punizione. Ecco perché c'è una giustizia divina". Protagonista della serata, Riccardo Saponara: "è stato bellissimo eravamo abbattuti dopo il rigore - dice - però su questa palla lunga ci ho creduto perché ho visto che Ekdal è andato a spizzare. Ad occhi chiusi ho fatto il pallonetto, non sapevo cosa fare ed è andata bene. Nella ripresa siamo stati rinunciatari, abbiamo pagato la loro aggressività. C'è stata fortuna, non dobbiamo negarlo, però bisogna seguire l'energia. Dopo il gol sono andato dai tifosi, mi hanno sballottato anche le mutande, ma è la gioia di un gol".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie